Centro di Formazione per l'Attività Educativa dei Gesuiti d'Italia

Gesuiti - Formazione

18 Novembre 2017

Ist. Cei – Palermo

 

Centro Educativo Ignaziano (C.E.I.)Via Piersanti Mattarella 38/42 – 90141 Palermo
Tel: 0917216111
EMail: info@ceiscuola.it
Web: 
www.istitutocei.it

ist_cei

L’istituto oggi

Il Centro Educativo Ignaziano (C.E.I.) è una comunità educativa diretta dalle Suore Ancelle del Sacro Cuore e dai Padri della Compagnia di Gesù.
Esso nasce nel 1996 dalla fusione di due proposte educative accomunate dalla medesima spiritualità ignaziana, fusione facilitata anche dalla prossimità geografica dei due istituti.
Sorge al centro di Palermo, tra la via Piersanti Mattarella e via Marchese Ugo, in una vasta area verde facilmente raggiungibile con tutti i mezzi urbani.
E’costituito da due ampi complessi ristrutturati secondo le vigenti norme CEE: l’ex istituto Ancelle, oggi sede della Scuola d’Infanzia e della Scuola Primaria (elementare) e l’ex istituto Gonzaga che comprende oggi i plessi della Scuola Secondaria di 1° grado (media) e dei Licei. Comprende anche la cripta della chiesa di S. Rosalia e la casina Whitaker, monumenti insigni della città, entrati a far parte di un percorso turistico grazie all’iniziativa del comune di Palermo “Palermo apre le porte”.
Il C.E.I. gestisce le seguenti Scuole: Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria (Elementare), Scuola Secondaria di 1° grado (Media) e tre Scuole Secondarie di 2° grado (Ginnasio-Liceo Classico, Liceo Scientifico, Liceo Linguistico Europeo).
Scuola paritaria in ogni ordine e grado è a struttura verticalizzata, accompagnando l’iter educativo dell’alunno dai tre ai 19 anni, offrendo la possibilità di ricevere una formazione omogenea per tutto l’arco degli studi.
Nel complesso l’Istituto conta 1575 alunni.
Il CEI, ricco di strutture che offrono possibilità culturali e sportive, è luogo di numerose e qualificate attività formative e di impegno in diversi settori: dai gruppi di spiritualità ai laboratori, all’impegno di volontariato, ad iniziative culturali aperte alla dimensione civile ed ecclesiale.
Al suo interno accoglie ancora altre realtà che rendono la scuola aperta ai bisogni della città e offrono agli alunni la possibilità di formarsi alla comprensione e all’impegno verso la società stessa e il proprio futuro: il centro per studenti universitari, Il Centro Astalli di Palermo che presta, attraverso l’impegno di giovani professionisti ex alunni e della CVX, attività di servizio e di consulenza verso immigrati.

La storia
E’ nato nel 1996 dalla fusione dell’Istituto Ancelle e dell’Istituto Gonzaga, sorti rispettivamente negli anni 1939 e 1919 collegandosi a loro volta alla presenza dei collegi della Compagnia di Gesù a Palermo sin dalla fine del ’500.
Il Progetto Educativo e il POF reperibili nel sito dell’Istituto illustrano con chiarezza i principi, i mezzi e le persone impegnate nel cammino educativo. Si afferma che “Condizione fondamentale di appartenenza alla comunità educativa del “CEI” è l’accettazione del suo progetto educativo; tale adesione – sempre consapevole e libera – è richiesta non solo ai docenti e ai genitori, ma anche agli alunni in rapporto alla loro maturità psicologica.”
Il Centro Educativo Ignaziano intende realizzare la sua proposta educativa attento alla comunità diocesana e alla comunità civile, inserendosi con spirito di collaborazione nella realtà dei problemi e delle esigenze della città in cui opera.

Gli elementi caratterizzanti il progetto
Il CEI, Centro Educativo Ignaziano, nasce dal progetto condiviso dai Gesuiti e dalle Ancelle del Sacro Cuore di continuare insieme ad affrontare, oggi, la sfida che rappresenta l’apostolato educativo, per la realizzazione di una realtà educativa più ampia e articolata, frutto e sintesi di due esperienze culturali simili. La nostra missione è quella di continuare a formare, insieme alle famiglie, i nostri alunni in un cammino educativo e didattico, affinché il CEI divenga sempre più una “scuola di valori”, adeguandosi ai tempi e alle nuove esigenze ed operando una sintesi tra fede e cultura, come già le nostre tradizioni qualificate e prestigiose facevano. Il metodo formativo -basato sul susseguirsi delle fasi: lettura del contesto, esperienza, riflessione, azione e valutazione – si propone l’obiettivo di formare donne e uomini capaci di senso critico, che sappiano mettersi al servizio della fede e impegnarsi per la giustizia. Il nostro desiderio è comunicare ai nostri alunni il gusto e la gioia di apprendere. L’insegnamento è attraversato da una spiritualità che cerca di coinvolgere la persona intera; una cura personale e comunitaria della dimensione spirituale; l’accompagnamento a scegliere responsabilmente e a scegliere in prima persona; una graduale apertura alle istanze sociali e alla povertà.
Il Progetto Educativo e il POF reperibili nel sito dell’Istituto illustrano con chiarezza i principi, i mezzi e le persone impegnate nel cammino educativo. Si afferma che “Condizione fondamentale di appartenenza alla comunità educativa del “CEI” è l’accettazione del suo progetto educativo; tale adesione – sempre consapevole e libera – è richiesta non solo ai docenti e ai genitori, ma anche agli alunni in rapporto alla loro maturità psicologica.” Il Centro Educativo Ignaziano intende realizzare la sua proposta educativa attento alla comunità diocesana e alla comunità civile, inserendosi con spirito di collaborazione nella realtà dei problemi e delle esigenze della città in cui opera.

Le scuole
La scuola dell’infanzia
I bambini e le bambine in quanto persone, sono portatori di bisogni il cui soddisfacimento va considerato un loro diritto inalienabile. Tali bisogni vanno da quelli di ordine materiale a quelli di ordine spirituale.
Il bambino già all’età di tre anni possiede una competenza evolutiva sul piano dell’azione nei confronti della realtà sociale e di quelle inanimate, anche se è accompagnata da una equivalente capacità di comprensione e di rappresentazione mentale.
Egli, anche se inizialmente possiede una stretta possibilità comunicativa, , in breve acquisterà la capacità di usare il discorso in maniera sempre più funzionale e di rappresentarsi simbolicamente la realtà. Ciò gli facilita l’oggettivazione dei propri stati emotivi, la comprensione empatica di quelli degli altri e la costruzione di un repertorio comunicativo.
Attraverso vissuti di tenerezza, di felicità, di indipendenza e di intraprendenza- nel quadro di una esperienza personale intessuta anche di regole, norme, condizionamenti, insuccessi- si avvia lo sviluppo di una visione etica e religiosa della vita. L’apertura al trascendente, come fenomeno spontaneo, è rintracciabile all’interno del percorso della scoperta di sé e nella relazione con gli altri, lì c’è, e può essere educata, la risposta alle profonde sensazioni legate alla domanda di senso che sempre più distintamente affiorano alla coscienza del bambino.

La scuola primaria
Facendo propri i principi ispiratori di tutte le scuole dell’Istituto CEI, la scuola primaria, che già aveva partecipato alla sperimentazione della Riforma Moratti nell’anno scolastico 2002/03, avvalendosi della gradualità prevista dalla stessa riforma , ha già introdotto: l’anticipo dell’età scolare, la lingua straniera e l’alfabetizzazione informatica a partire dalla prima classe, i laboratori che si svolgono in orario curricolare il docente Tutor, il maggior coinvolgimento delle famiglie nei percorsi educativi dei propri figli, il Portfolio delle competenze.
La scuola offre la possibilità di accogliere gli alunni sin dalle ore 7,30 e ne garantisce la sorveglianza sino alle ore 14,30.

La scuola secondaria di primo grado
Inserendosi nel processo della riforma Moratti, la scuola secondaria di 1° grado persegue le seguenti finalità formative:

  • Uomini di servizio

Educare alla convivenza , per creare una cultura di pace nel rispetto delle diversità, per vivere e lavorare in modo costruttivo con gli altri.

  • Uomini nuovi

Far scoprire il valore della Vita come dono di Dio attraverso il valore di se stesso (potenzialità), del proprio corpo , degli altri, della natura, della libertà da pregiudizi.

  • Uomini aperti al proprio tempo e al futuro

Far sviluppare il senso critico nei confronti della realtà circostante

  • Uomini equilibrati

Far sviluppare la capacità di gestire i propri successi ed insuccessi, utilizzando, comunque , l’esperienza quale momento di riflessione.

Il metodo si caratterizza per:

  • Cura personalis: prestare attenzione ed interesse per la singola persona.
  • Magis :

scoprire e valorizzare il “di più″ che ciascuno ha per valorizzarlo e metterlo al servizio degli altri.

  • Gioioso apprendimento:

far gustare all’alunno, valorizzando il suo vissuto, la bellezza della conoscenza e spingerlo ad accrescerlo.

Attraverso questo metodo i docenti si propongono di guidare gli alunni ad acquisire conoscenze, abilità, competenze secondo le indicazioni del Paradigma Pedagogico Ignaziano.

Liceo Classico
La formazione liceale classica è strumento di consapevolezza di un presente complesso che ha le sue radici nel passato. Nel dialogo con uomini di lettere, filosofi e artisti del passato, i giovani recuperano spazi di coscienza e di intelligenza che consentono di essere protagonisti del proprio tempo. Il liceo classico del CEI ha un orientamento filologico, estetico, archeologico.
La storia delle arti, si estende anche alla storia del teatro (laboratorio curricolare al biennio) e del cinema (linguaggio filmico, critica cinematografica, etc.), con insegnamenti modulari di musicologia.
Essa ha durata quinquennale. Lo studio della filosofia cura particolarmente l’ambito morale e la filosofia del linguaggio. I corsi di inglese sono tenuti da insegnanti di madre lingua, con potenziamento al triennio. L’insegnamento dell’informatica è correlato a quello della matematica e si sviluppa nell’arco di tutto il quinquennio.
Progetti speciali:
Progetto di formazione alla responsabilità etica e sociale per le classi, in collaborazione con l’Istituto di Studi Sociali Pedro Arrupe di Palermo. Museo didattico, in collaborazione con la Sovrintendenza ai BB.CC.AA. volto al reperimento, alla catalogazione ed alla esposizione museale all’interno della scuola di reperti di superficie.
Laboratorio di scrittura creativa. Gemellaggi con classi di altri collegi italiani della Compagnia di Gesù. I viaggi di istruzione sono orientati verso mete connesse ad interessi di natura letterario-estetico-archeologica.
Attività pomeridiane extra curricolari:
Corsi di lingua inglese per la preparazione al conseguimento del PET e del First Certificate Laboratorio di lingua araba e spagnola, laboratorio teatrale.

Liceo Scientifico
Il Liceo scientifico del CEI si caratterizza per l’orientamento logico, esperienziale, umanistico. Il percorso curriculare prevede il potenziamento degli insegnamenti di indirizzo scientifico e ‘introduzione di due nuove discipline, la Statistica e la Geopolitica. L’insegnamento della matematica punta ad educare l’organizzazione logica del pensiero. I corsi di filosofia aprofondiscono la logica e la filosofia della scienza. L’insegnamento delle materie scientifiche (chimica, biologia, fisica, informatica) sviluppa un tinerario laboratoriale, accanto a quello tecnico. Il disegno tecnico viene supportato da lezioni pratiche su Autocad. Il corso di lingua e letteratura italiana è affiancato dal laboratorio di scrittura, in orario curriculare.
L’insegnamento del latino al biennio mira allo studio degli elementi della lingua, mentre al triennio sviluppa temi di cultura latina. I viaggi privilegiano mete di interesse prevalentemente scientifico.
L’inglese, che si avvale di insegnanti di madre lingua, sviluppa anche lo studio dei microlinguaggi (linguaggi tecnici specifici).
Attività pomeridiane extra curricolari:
Corso di teoria dei giochi (studio su base matematica delle relazioni di conflitto, di collaborazione, dei rapporti economici, etc.) organizzato in collaborazione con la Facoltà di Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Palermo e la Società Internazionale della Teoria dei Giochi, con rilascio di attestato.
Approfondimenti seminariali di storia delle scienze ed epistemologia. Corsi di lingua inglese per la preparazione al conseguimento del PET e del First Certificate. Laboratori di lingua araba e spagnola, laboratorio teatrale.

Liceo Linguistico Europeo
Il Liceo Linguistico Europeo è un progetto sperimentale che dà una risposta alle nuove domande formative legate all’Europa unita ed un mondo sempre più globale.
Offre la scelta fra tre indirizzi, che prevedono un’area di insegnamenti comuni ed una di approfondimento specialistico. Tutti gli indirizzi svolgono lo studio della lingua Inglese e Francese e della Storia in Inglese, durante il triennio. L’indirizzo Giuridico Economico si differenzia per gli studi di Diritto ed Economia.
L’apprendimento delle norme che regolano il comportamento individuale rispetto agli interessi della comunità. Lo studio dell’evoluzione storica e politica delle varie forme di stato.
La conoscenza delle categorie giuridiche ed economiche fondamentali. Promuove esperienze dirette in azienda. Nell’indirizzo Linguistico Moderno viene introdotto lo studio della lingua Tedesca, e punta all’approfondimento della dimensione interculturale ed al potenziamento delle abilità comunicative.
Promuove esperienze interattive con altre scuole Europee.
L’indirizzo Artistico approfondisce lo studio delle discipline artistiche, volto alla conoscenza delle civiltà in cui le lingue sono nate, si modificano, e della loro creatività. In quest’ottica vengono promossi stages, visite guidate, laboratori creativi.
Progetti speciali:
Le classi sono impegnate nel progetto C.R.E.A. finanziato dalla Comunità Europea per promuovere la conoscenza e lo scambio tra studenti di paesi europei tramite il mezzo informatico.
Attività pomeridiane extra curricolari:

  • Laboratorio di restauro della ceramica
  • Corsi di lingua inglese per la preparazione al conseguimento del PET e del First Certificate
  • Laboratorio di lingua araba e spagnola
  • Laboratorio teatrale

La formazione scolastica è arricchita ed integrata dall’animazione spirituale e dall’accompagnamento psicopedagogico. Nel corso del triennio di tutti i licei viene svolto, in collaborazione con il Centro Studi Sociali e Formazione Politica Pedro Arrupe di Palermo, un progetto di formazione alla responsabilità etica e sociale che investe trasversalmente tutte le discipline e viene curato attraverso l’organizzazione di eventi culturali e forme esperienziali di apprendimento.

 

  • Cheap Replica Watches
  • Replica Uhren
  • cheap replica watches
  • cheap replica watches
  • Replica Watches