Centro di Formazione per l'Attività Educativa dei Gesuiti d'Italia

Gesuiti - Formazione

22 Settembre 2017

Ist. Massimo – Roma

 

 

Istituto Massimiliano Massimo

Via M. Massimo, 7 – 00144 ROMA
Tel: 06543961
EMail: segreteria@istitutomassimo.it
Web: 
www.istitutomassimo.it

 

L’istituto oggi
L’Istituto Massimo è una scuola cattolica della Compagnia di Gesù che ha una precisa missione nella Chiesa e si ispira ai principi pedagogici ignaziani, interpretando e applicando all’educazione della gioventù caratteri dell’esperienza umana e religiosa del fondatore, Ignazio di Loyola.
L’Istituto Massimo è inserito nel XX Distretto Scolastico (Roma Sud/EUR) all’interno del quale operano numerose scuole di ogni ordine e grado ed è l’unico istituto del territorio che offre un iter formativo comprensivo, che va cioè dalla scuola dell’infanzia a quella superiore (liceo classico – liceo scientifico).
Il complesso scolastico, nel quale sono presenti Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di I Grado, Liceo Classico e Liceo Scientifico, ha come bacino di utenza, per lo più, quello dell’EUR e delle zone Ovest e Sud-Ovest di Roma.
Con i suoi 820 allievi, conferma l’attualità e il valore della proposta educativa.
Presso l’Istituto hanno sede l’Auditorium Massimo, le associazioni e xalunni, le Comunità di Vita Cristiana (CVX), la Lega Missionaria Studenti, che con le loro attività nei più svariati campi d’azione rendono il Massimo una realtà viva nel territorio.

La storia
L’Istituto Massimo ha radici lontane (22 Febbraio 1551) e la storia si intreccia con momenti significativi dell’impegno della Compagnia di Gesù nella scuola (il “Collegio Romano”, e l’elaborazione della “Ratio Studiorum”), e con le vicende della soppressione della Medesima Compagnia e successivamente con la storia d’Italia (la confisca da parte del Governo nel 1870). Si possono percorrere le differenti tappe consultando le pagine internet dell’Istituto stesso: www.istitutomassimo.it
L’Istituto rinasce nel 1887, grazie al P. Massimiliano Massimo, presso le Terme (attuale sede del Museo Nazionale Romano).
Per l’accresciuta popolazione scolastica e per rispondere alle nuove esigenze pedagogiche che esigevano strutture e attrezzature di diverso tipo e più moderne, nel 1960 l’Istituto è stato trasferito nell’attuale sede dell’E.U.R..
Il costante aumento del numero degli iscritti induce a ulteriori ristrutturazioni volte a rendere idonei ad assolvere a nuove funzioni spazi già presenti nell’edificio. Nel 1992 la grande Cappella dell’Istituto è completamente rinnovata. Al fine di ampliare un servizio culturale e sociale aperto a tutta la città si completa l’Auditorium, capace di ottocento posti.
Opportunamente valutate le nuove esigenze sociali e considerate le richieste, nel 1995 l’Istituto ha provveduto all’apertura della Scuola dell’Infanzia, prima esperienza di questa tipologia di scuola nell’ambito dei Collegi della Compagnia di Gesù in Italia.

Gli elementi caratterizzanti il progetto
Secondo la propria tradizione educativa, espressa alle origini nella Ratio Studiorum e, più recentemente, nel Paradigma Pedagogico Ignaziano (P.P.I.), l’obiettivo di questa scuola non è soltanto dare le competenze richieste dalla legge o dal normale iter curricolare, ma educare la persona. Ciò significa che il fine di tutte le attività educative, scolastiche ed extrascolastiche, non è solo il raggiungimento di un’eccellenza accademica, ma anche di un’eccellenza umana: la persona che esce da questa scuola dovrebbe essere non solo competente, ma anche una persona che ama, che si prende cura di sé, degli altri, del mondo, che si impegna per la giustizia, che ha fede e che sa usare con coscienza le proprie doti acquisite o sviluppate a scuola.
Noi chiamiamo una persona così “un uomo o una donna per gli altri e con gli altri”.
I mezzi specifici per il raggiungimento di questo fine sono l’utilizzo della pedagogia ignaziani, la cura del singolo effettuata da tutta la comunità educante, la ricerca di un più in tutte le cose, la presenza di attività extracurricolari di formazione religiosa e sociale.
In quanto scuola paritaria l’Istituto Massimo svolge un servizio pubblico e si inserisce nel sistema scolastico nazionale con spirito di collaborazione con le altre scuole statali e paritarie del territorio. Pur non essendo scuola di quartiere, esso è tuttavia collegato operativamente al distretto scolastico di appartenenza, in cui è presente con i consiglieri rappresentativi della componente alunni, docenti e personale direttivo.
In quanto scuola cattolica, d’altra parte, l’Istituto è inserito nella storia culturale della città di Roma e della missione della chiesa locale in continuità con la tradizione pedagogica della Compagnia di Gesù. Finalità ultima è la formazione di leaders nel servizio, cioè persone competenti, ma anche buone “perché se l’uomo no è istruito non potrà aiutare efficacemente il prossimo, se non è buono non lo aiuterà o per lo meno non si potrà contare sul suo aiuto” (Peter-Hans Kolvenbach, sj., 1993).
L’azione educativa della nostra scuola ha come finalità la formazione della:

  • Dimensione intellettuale

Dimensione affettiva

  • Dimensione volitiva
  • Dimensione sociale
  • Dimensione storica
  • Dimensione religiosa

L’Istituto persegue le proprie finalità educative mediante molteplici proposte che trovano il loro centro portante nell’attività didattico-educativa ordinaria, integrate da altre iniziative di carattere religioso, culturale, sociale e sportivo. Il percorso formativo è centrato sulla “cura personalis” che rende lo studente protagonista del proprio iter formativo. Pertanto il processo di apprendimento prende avvio dalla considerazione del contesto sociale, relazionale e culturale dello studente e si articola, secondo il Paradigma pedagogico ignaziano, in esperienza, riflessione, decisione e impegno per l’azione. Tale processo mira alla:

  • Valorizzazione della persona
  • Acquisizione di un metodo di lavoro fondato su continuità e rigore intellettuale.

Un iter formativo comprensivo
La peculiarità che distingue il Massimo dalle altre scuole del Distretto è da ricercarsi, oltre che nella sua secolare tradizione culturale e nelle finalità educative presenti nel P.E.I., in una strutturazione curricolare ampia e articolata (cfr. P.O.F. delle singole scuole) in una proposta extracurricolare di attività di formazione permanente al fine di curare la crescita individuale nella dimensione personale, culturale e religiosa.
In quanto Istituto comprensivo, il Massimo garantisce e consente, alla famiglia che lo sceglie e allo studente, di ricevere una formazione umana e intellettuale connotata da coerenza e continuità. L’iter di formazione si caratterizza, nei singoli stadi, per aspetti diversi:

La scuola dell’infanzia
E’ il primo approccio alla vita sociale. In conformità a quanto indicato negli Orientamenti e nelle più recenti Indicazioni (documenti ministeriali) per la Scuola dell’infanzia si promuovono nel bambino la crescita dell’identità personale, l’autonomia e lo sviluppo delle capacità affettive e di relazione e si offrono esperienze per lo sviluppo del linguaggio corporeo, espressivo-linguistico, artistico e logico-matematico.

La scuola primaria
Prosegue il percorso iniziato nel precedente stadio. Il processo di apprendimento muove dall’esperienza e mira all’acquisizione di conoscenze di base e della capacità di organizzare lo studio attraverso attività di ricerca e di collegamento delle diverse informazioni.

La scuola secondaria di primo grado (Media)
Approfondisce e completa il percorso intellettuale e l’orientamento educativo perseguito nella scuola elementare, favorendo nello studente l’acquisizione di un metodo di studio, il consolidamento di capacità critiche, la padronanza dei diversi linguaggi comunicativi.

Scuola secondaria di secondo Grado (Liceo classico e liceo scientifico)
Mira a favorire lo sviluppo armonico della personalità dell’alunno attraverso l’integrazione delle diverse discipline. In particolare, il biennio stimola il gusto per la ricerca, l’ampliamento e la diversificazione del patrimonio linguistico ed espressivo, l’acquisizione di un metodo di studio personalizzato; il triennio consolida le capacità di analisi, sintesi, critica e ricerca anche in vista della successiva scelta universitaria.

Progetto qualità
A partire dall’anno scolastico 2002-2003 l’Istituto Massimiliano massimo si è impegnato nello sviluppo del progetto “La qualità nella scuola” articolato in due ambiti: l’Autovalutazione di Istituto e la Certificazione di qualità.
La prima fase del progetto, consistita nella costituzione dei gruppi di lavoro e nella formazione mirata dei docenti, ne ha consentito l’attuazione.
Autovalutazione e Certificazione prevedono processi e strumenti il più possibile applicabili a entrambi i progetti, per una maggiore efficacia ed efficienza dei risultati.
Il processo di autovalutazione si attua attraverso la somministrazione e successiva analisi di questionari rivolti a tutte le diverse componenti scolastiche.
L’uso di questo strumento consente di rilevare il grado di soddisfazione dell’utenza, l’individuazione dei punti di forza e di debolezza relativi alle strategie messe in atto dalla scuola nell’erogazione del servizio e, infine, la raccolta di dati e suggerimenti per definire la priorità di miglioramento.
La Certificazione di qualità secondo la normative ISO, consente il riconoscimento, da parte dell’ente certificatore esterno, dell’efficacia del sistema di qualità e dell’efficienza delle prestazioni e dell’organizzazione, tenendo conto delle esigenze delle parti interessate.Nell’ottica del miglioramento continuo l’Istituto si impegna a innalzare costantemente lo standard qualitativo del servizio scolastico.

 

  • Cheap Replica Watches
  • Replica Uhren
  • cheap replica watches
  • cheap replica watches
  • Replica Watches